emilio gaeta

Il perché della mia candidatura nella lista UDC – Nuovo Psi

Emilio Gaeta

La mia presenza nella lista UdC – Nuovo PSI (cosa di cui sono onorato), non contraddice le mie convinzioni e i miei ideali di destra. Le liste sono, in molti casi, una casa comune nella quale poter sostenere e condividere obiettivi (la vittoria di Fitto) e programmi (per una Puglia migliore). 

Mi preme affermare, anche, quali sono le scelte e le convinzioni prioritarie che un candidato locale di centro destra dovrebbe inseguire:

▪ Far ottenere maggiori voti alle liste e al nostro candidato Raffaele Fitto come presidente regionale, in quanto è determinante anche un solo voto in più per vincere (lo auspichiamo fortemente, per il bene della nostra terra e dunque delle comunità di Puglia, di Capitanata e di San Severo);

▪ Mantenere e rafforzare a San Severo il consenso a favore dei partiti di centro destra, per condizionare politicamente anche l’attuale amministrazione comunale di centro sinistra;

▪ Ostacolare e ridurre il consenso a favore dei candidati locali del centro sinistra, che già in passato hanno tratto vantaggio dalle errate composizioni delle liste e/o candidati poco graditi agli elettori di centrodestra.

La mia scelta va letta alla luce di tali prioritari obiettivi e non intacca, semmai rinsalda, la mia appartenenza al Centro Destra. Le bandiere contano quando gli obiettivi sono diversi, assumono meno importanza quando si insegue uno scopo chiaro e condiviso.

Ulteriore e non meno importante obiettivo è quello di creare una sinergia tra i partiti di centro destra ed i cittadini sanseveresi che hanno sempre militato e votato tali partiti, con l’intento di rappresentare le esigenze di quella parte della società civile che ormai non ha punti di riferimento.

E’ questa l’occasione di riflettere a fondo sulle strategie ed agire al meglio, per un futuro migliore. La comunità sanseverese merita certamente qualcosa di meglio di Emiliano, e di eventuali candidati eletti nelle liste del centrosinistra.

Una riflessione seria va fatta anche tenendo conto dei risultati delle scorse Elezioni Regionali. Le regionali del 2015 a San Severo furono caratterizzate, innanzitutto, da un ASTENSIONISMO di gran lunga superiore a quello nazionale e a quello regionale: a San Severo votarono solo 18.588 elettori, pari ad appena il 40,48% su 45.918 aventi diritto. 

In pratica SAN SEVERO votò col contagocce (ben 11 punti percentuali meno della Puglia e addirittura 14 punti percentuali meno del voto nazionale), mettendosi in mostra con le percentuali più basse d’Italia. 

Senza dubbio c’è una parte di elettorato che va recuperata e coinvolta con idee e programmi che li possa riportare alle urne.

Dobbiamo tenere presente che la Democrazia risplende dove la partecipazione è forte. 

Il mio impegno va in questa direzione ed è con questo spirito che ho intrapreso questo nuovo percorso elettorale.

Viva la Puglia libera, viva Raffaele Fitto, viva tutto il Centrodestra.

Emilio Gaeta – Candidato Consigliere Regionale – Lista U.D.C. – Nuovo P.S.I.